Questo sito contribuisce alla audience di

Riba, Carles

poeta catalano (Barcellona 1893-1959). Insigne umanista e filologo classico, insegnò lingua e letteratura greca all'Università di Barcellona negli anni della Repubblica, dando grande impulso a questi studi anche attraverso la Fondazione Bernat Metge. Dopo la guerra civile trascorse diversi anni in esilio. Poeta di gusti rigorosi e aristocratici, tradusse mirabilmente in catalano l'Odissea (due versioni, 1919 e 1953) e poeti moderni quali Hölderlin e Kaváfis. Le sue principali opere liriche sono: Estances (Stanze, 2 vol., 1919 e 1930), Tres suites (1937; Tre suite), Elegies de Bierville (1943; Elegie di Bierville), composte durante l'esilio, Del joc i del foc (1946; Del gioco e del fuoco), Salvatge cor (1952; Selvaggio cuore) e Esbós de tres oratoris (1962; Abbozzo di tre oratori), caratterizzate tutte da un'accuratezza formale che talora sembra parnassiana, e da un'intensa passione interiore; e gli esiti sono spesso eccezionalmente elevati.

Media


Non sono presenti media correlati