Questo sito contribuisce alla audience di

Rivamónte Agordino

comune in provincia di Belluno (35 km), 973 m s.m., 23,22 km², 688 ab. (rivamontesi), patrono: sant’ Antonio (13 giugno).

Centro situato sulla destra del torrente Cordevole; è compreso nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. Seguì le vicende storiche del territorio, dapprima possesso dei vescovi di Belluno, quindi della potente famiglia Avoscano. Annesso alla Repubblica di Venezia nel 1404, subì devastazioni nel 1436 durante la guerra tra Venezia e i Visconti e ancora nel 1508, durante quella tra Venezia e Massimiliano d'Austria. Si chiamò Riva fino al 1867 e Rivamonte fino al 1964. Nel borgo sorge la parrocchiale, costruita tra il 1866 e il 1886 su progetto del Segusini; all'interno conserva due altari lignei di una chiesa più antica.§ All'agricoltura e all'allevamento bovino si affianca il comparto manifatturiero, attivo nel settore dell'ottica. Rilevante il turismo naturalistico ed escursionistico.

Media


Non sono presenti media correlati