Questo sito contribuisce alla audience di

Robinson, Edward G.

nome d'arte dell'attore statunitense di origine romena Emanuel Goldenberg (Bucarest 1893-Hollywood 1973). Sulle scene dal 1913, affermò solide qualità di caratterizzazione soprattutto col Theatre Guild (Ibsen, Shaw, Werfel, Dostoevskij, Pirandello), assumendo notorietà nel 1927 con un personaggio di gangster in The Racket di B. Cormack, che gli aprì la via di Hollywood (già tentata nel 1923) dove ottenne la consacrazione definitiva con Piccolo Cesare (1930). Fu, in un centinaio di film, duro fuorilegge (L'isola di corallo, 1948) o poliziotto sornione (La fiamma del peccato, 1944; Lo straniero, 1946), oppure, sulla scia di Tutta la città ne parla (1935), in cui sosteneva il duplice ruolo di nemico pubblico e di onesto impiegato, un cittadino in bilico tra la normalità e il crimine (La donna del ritratto, 1944, e Strada scarlatta, 1945). Tra i suoi ritratti psicologici più vigorosi figurano Un uomo contro la morte (1940) e Amaro destino (1949). Ritornò al teatro nel 1951 (Buio a mezzogiorno di A. Koestler) e nel 1954 (Nel mezzo della notte di P. Chayefsky), ma senza abbandonare il cinema. Ottenne un Oscar speciale nel 1973, alla memoria.

Media


Non sono presenti media correlati