Questo sito contribuisce alla audience di

Roccavaldina

comune in provincia di Messina (35 km), 320 m s.m., 6,53 km², 1172 ab. (roccesi), patrono: san Nicola di Bari (6 dicembre).

Centro situato sul versante settentrionale dei monti Peloritani. L'abitato sorge sulla cima di un rilievo tra il rio Caracciolo e la fiumara di Monforte. Si formò intorno al castello eretto alla fine del sec. XV da Andreotto I Valdina. Nel Settecento il borgo divenne proprietà della famiglia Armao, mentre il castello passò ai Nastasi de Spuches.§ Il palazzo baronale dei Valdina (sec. XV, rifatto nel Seicento forse su progetto di Camillo Camilliani) conserva nella facciata resti della costruzione originaria. La chiesa di Gesù e Maria è del sec. XVII; la chiesa madre di San Nicola è affiancata da un campanile rinascimentale.In una farmacia del sec. XVI ha sede una pregevole raccolta di antichi vasi per la conservazione dei farmaci.§ I principali prodotti dell'agricoltura sono ortaggi, frutta, uva da vino e olive.

Media


Non sono presenti media correlati