Questo sito contribuisce alla audience di

Roland de la Platière, Jean-Marie

uomo politico francese (Thizy, Beaujolais, 1734-Bourg-Beaudouin, Rouen, 1793). In provincia aveva un buon nome come amministratore quando, nel 1791, si stabilì a Parigi. Grazie all'influenza della moglie divenne, l'anno successivo, ministro degli Interni. Fu accusato di aver fatto sparire alcuni documenti segreti custoditi dalla corona e ritrovati in un armadio di ferro nascosto sotto la tappezzeria di un corridoio; poi di aver operato per salvare la vita al re. Dimessosi (gennaio 1793), alla caduta dei girondini fuggì in Normandia. Si suicidò quando seppe dell'esecuzione della moglie.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti