Questo sito contribuisce alla audience di

Rossétti o Roscétto, o Del Roscétto

famiglia italiana di orefici originari di Foligno, attivi nei sec. XV-XVI. Capostipite fu Francesco di Valeriano (m. 1509), orafo e zecchiere del comune di Perugia. Il figlio Federico, detto il Trippa (m. ca. 1462), lavorò anch'egli a Perugia realizzando il tabernacolo per l'anello della Vergine nel duomo della città. A Cesarino (m. 1527), fratello di Federico, si attribuiscono il tabernacolo d'argento (incompiuto) per il legno della S. Croce nella chiesa di S. Francesco a Cortona, e la croce astile eseguita per la chiesa di S. Medardo ad Arcevia (1524-26). Eleganza decorativa e precisione nel disegno delle figure sono le caratteristiche comuni alle opere dei Rossetti.

Media


Non sono presenti media correlati