Questo sito contribuisce alla audience di

Ruggèro di Laurìa

ammiraglio (Scalea o Lauria ca. 1245-1304). Figlio della nutrice di Costanza, poi regina d'Aragona, Ruggero di Laurìa accompagnò Pietro III nella spedizione d'Africa, interrotta per soccorrere i Siciliani insorti con la guerra dei Vespri contro Carlo d'Angiò, e liberò Messina dall'assedio (1282). Ricevuto il comando supremo della flotta aragonese, riportò una schiacciante vittoria a Malta (1283) e l'anno seguente a Napoli, catturando l'erede al trono, Carlo lo Zoppo. Poi mosse contro Filippo III di Francia che, in favore dell'Angiò, stava assalendo l'Aragona, e lo sconfisse a Las Formiguas (1285). Morto Pietro III in quello stesso anno, restò col secondogenito Giacomo, che aveva ereditato il regno di Sicilia, e riportò un'importante vittoria a Castellammare di Stabia (1287). Quando il sovrano, premuto da Bonifacio VIII e dalla Francia, cedette agli Angioini la Sicilia (1295), prima combatté per i Siciliani, poi lo seguì e per lui vinse a Capo d'Orlando (1300) e a Ponza (1301) contro i Siciliani e il loro re Federico d'Aragona. Dopo la Pace di Caltabellotta (1302) si ritirò in Catalogna.

Media


Non sono presenti media correlati