Questo sito contribuisce alla audience di

Sèlmi, Francésco

chimico italiano (Vignola, Modena, 1817-1881). Rifugiatosi a Torino per motivi politici nel 1848, ritornò a Modena nel 1859; ottenne poi la cattedra di chimica farmaceutica e tossicologica a Bologna. Fu tra i primi a studiare i colloidi, dei quali individuò le principali proprietà distinguendo tra le soluzioni vere e le pseudosoluzioni. Gli si devono anche la scoperta di alcune ptomaine nella carne putrefatta e ricerche sui procedimenti di doratura elettrochimica dei metalli. Compilò un'Enciclopedia chimica scientifica e industriale (4 vol., 1870-76).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti