Questo sito contribuisce alla audience di

SICRAL

acronimo di Sistema Italiano per Comunicazioni Riservate e Allarmi, sistema militare italiano per telecomunicazioni nazionali e internazionali dei ministeri della Difesa e degli Interni. Il sistema è costituito dall'omonimo satellite, da un centro di gestione e controllo, posto nel centro militare di Vigna di Valle presso Roma, e da terminali per piattaforme terrestri, navali e aeree. Il satellite, con una massa al lancio di ca. 2,5 t., venne posto in orbita geostazionaria il 7 febbraio 2001 dal centro spaziale di Kourou, nella Guayana Francese, con il vettore spaziale Ariane 4. SICRAL, che è posizionato a 16,2° E, copre il Mediterraneo e l'Atlantico e consente collegamenti video, voce e dati e media su tutto il territorio nazionale e con i contingenti impegnati in operazioni di pace all'estero. Le comunicazioni sono utilizzabili anche per usi civili in caso di emergenza (per esempio per il ripristino delle telecomunicazioni in caso di calamità naturali) oppure in contesti in cui le comunicazioni via radio tradizionali risultano impossibili (come i voli a bassa quota o in aree montuose). Tutti i terminali garantiscono l'interoperabilità con le altre nazioni, in particolare con quelle aderenti alla NATO. Il satellite è integrato nel sistema italo-francese di sorveglianza del Mediterraneo dallo spazioSkymed-Cosmo. Dopo il lancio di SICRAL 1B (2007), l'Arma dei Carabinieri potrà utilizzare alcuni dei canali di trasmissione in banda EHF; una volta concluso il ciclo di vita utile, il satellite verrà sostituito da SICRAL 2 (lancio previsto 2010).

Media


Non sono presenti media correlati