Questo sito contribuisce alla audience di

Salata, Francésco

storico e uomo politico (Ossero 1876-Roma 1944). Irredentista istriano, propugnatore dell'intervento nella prima guerra mondiale con intenti non solo antiasburgici ma anche antislavi, delegato nel 1919 alla Conferenza di Pace di Parigi, senatore dal 1920, ministro plenipotenziario a Vienna, fu tra i nazionalisti che aderirono al fascismo. Dei suoi lavori di storia risorgimentale e contemporanea, si ricorda l'edizione dei Costituti di Federico Confalonieri (1941, 3 vol.).

Media


Non sono presenti media correlati