Questo sito contribuisce alla audience di

Salinger, Jerome David

narratore statunitense (New York 1919-Cornish, New Hampshire, 2010). Ottenne un clamoroso successo con The Catcher in the Rye (trad. it., Il giovane Holden), scritto nel 1945 ma “scoperto” da critica e pubblico soltanto dopo il 1951. Il romanzo, che sulla scia della miglior tradizione americana narra una moderna iniziazione alla vita di un adolescente, affronta il problema di una singolare alienazione giovanile che, secondo l'autore, può risolversi soltanto attraverso una sorta di comunicazione tra puri. Su questi temi Salinger ritorna anche nei racconti che, nelle intenzioni, vorrebbero costituire una sorta di saga della famiglia Glass. Dei vari membri di questa immaginaria famiglia egli segue infatti crisi e maturazioni nei pochi volumi successivamente pubblicati, nei quali si rivela scrittore attentissimo alle più sottili sfumature del linguaggio: Nine Stories (1953; Nove racconti), Franny and Zooey (1961), Seymour: An Introduction (1959) e Raise High the Roof Beam, Carpenters! (1963; Alzate l'architrave, carpentieri!). Dopo più di trent'anni di silenzio nel 2001 ha pubblicato il volume Hapworth 16, 1924.

Media


Non sono presenti media correlati