Questo sito contribuisce alla audience di

Saltara

comune in provincia di Pesaro e Urbino (27 km da Pesaro), 160 m s.m., 9,97 km², 5101 ab. (saltaresi), patrono: san Sebastiano (20 gennaio).

Centro della bassa valle del fiume Metauro. Il castello compare nel 1156 come possedimento dell'abbazia di San Paterniano di Fano. Dal 1270 dominio dei Malatesta di Rimini, nel sec. XV fu annesso da Federico da Montefeltro al suo ducato. Fu a lungo centro regionale di commerci. § Conserva ancora l'antico borgo, dominato dalla torre malatestiana, e il castello, che si erge sui resti delle alte mura. Affreschi del sec. XVI e numerose tele sono custoditi nelle chiese di Santa Maria del Soccorso, San Pietro Celestino, San Francesco e nell'ex chiesa del Santissimo Sacramento. La chiesa della Madonna della Villa (sec. XVIII) custodisce un antico organo. § L'agricoltura produce cereali, olive, barbabietole e uva per vini DOC. L'industria è attiva nei settori metalmeccanico, del legno e delle confezioni; di rilievo l'artigianato del ferro, della ceramica artistica e del restauro del mobile.