Questo sito contribuisce alla audience di

Sammartino, Giusèppe

(anche Sanmartino). Scultore italiano (Napoli 1720-1793). Iniziò come figurinaio, collaborando ad alcuni grandi presepi e riallacciandosi in questo genere al filone della tradizione veristica napoletana. Nelle opere marmoree egli rivela invece uno stile aulico, con punte accademiche anche negli slanci patetici, di chiara radice berniniana. Considerato il maggior esponente della scultura napoletana del Settecento, la sua eccezionale abilità tecnica spesso concede troppo al virtuosismo spettacolare, privando le sue statue, tutte di grande finezza compositiva, di una genuina interiorità (Cristo velato, Napoli, Cappella Sansevero; San Francesco e Allegorie nella chiesa della certosa di S. Martino; monumento funebre di A. Falcone, Napoli, S. Domenico Soriano).