Questo sito contribuisce alla audience di

San Bellino

comune in provincia di Rovigo (21 km), 7 m s.m., 15,83 km², 1197 ab. (sambellinesi), patrono: san Bellino (26 novembre). Centro dell'Alto Polesine, tra i corsi dell'Adigetto e del Canal Bianco.

Compreso nel “maneggio del Tartaro” che nel 1054 divenne possesso del vescovo di Adria per concessione di Enrico III, nel 1098 passò all'abbazia della Vangadizza. Nel sec. XIII appartenne agli Estensi e seguì le vicende storiche di Lendinara. § Nell'abitato sorge la parrocchiale, ricostruita nel sec. XVIII, affiancata da un campanile cuspidato (sec. XV) e con facciata ornata di statue di G. Bonazza; l'interno conserva l'arca di San Bellino (1640). La Ca' Moro risale al sec. XVIII. § L'economia si basa sull'agricoltura (barbabietole da zucchero, cereali, patate, uva da vino, ortaggi, frutta), l'allevamento bovino e il comparto manifatturiero, attivo nei settori dell'abbigliamento e della lavorazione dei metalli.

Media


Non sono presenti media correlati