Questo sito contribuisce alla audience di

San Venanzo

comune in provincia di Terni (74 km), 465 m s.m., 168,86 km², 2295 ab. (sanvenanzesi), patrono: san Venanzio (18 maggio).

Centro alla destra della valle del Tevere. Situato in un territorio già abitato nella preistoria, come attestano i reperti archeologici rinvenuti nei dintorni, durante il Medioevo fu feudo dei Monaldeschi e dei signori di Parrano. Passò allo Stato Pontificio alla fine del sec. XV. § Di interesse artistico è la chiesa della Madonna Liberatrice (sec. XIV), con un affresco di scuola umbra. Degli inizi dell'Ottocento è villa Faina, costruita su un castello del sec. XIII, ora sede comunale. § L'agricoltura (olivi, cereali, vigneti e ortaggi) è affiancata da imprese industriali e artigiane (calzature, lanifici e mobili). La vitalità del turismo (soprattutto escursionistico) è testimoniata dalla nascita di numerosi centri agrituristici.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti