Questo sito contribuisce alla audience di

Sandberg, A. W.

(Anders Wilian), regista cinematografico danese (Viborg 1887-Bad Nauheim 1938). Operatore nel 1913, iniziò dal 1914 una carriera assai prolifica, distinguendosi in due filoni: i melodrammi sul circo (Il clown, 1917, una delle migliori interpretazioni di V. Psilander; I quattro diavoli, 1920, rifacimento di un film di Dinesen del 1911; La maschera della vita, 1926, rifacimento del Clown) e la serie dickensiana (Il nostro amico comune, 1919; Grandi speranze, 1921; David Copperfield, 1922; La piccola Dorrit, 1924). Con questi adattamenti Sandberg risollevò il cinema nazionale, allarmò gli stessi inglesi col pregevole puntiglio dell'ambientazione e si fece apprezzare anche per un sincero timbro crepuscolare e per doni interpretativi. Attivo a Berlino e Parigi sul finire del decennio, si occupò di critica cinematografica e di regia teatrale prima di passare, artigiano rispettatissimo, al film sonoro.

Media


Non sono presenti media correlati