Questo sito contribuisce alla audience di

Sant'Àngelo a Scala

comune in provincia di Avellino (13 km), 560 m s.m., 10,48 km², 736 ab. (santangiolesi), patrono: san Michele Arcangelo (29 settembre).

Centro posto sul versante nordorientale del gruppo montuoso del Partenio. Sviluppatosi attorno a un castello normanno, nel 1316 divenne possesso di Giacomo de Molinis e nel 1419 fu concesso da Giovanna II a Ottimo Caracciolo, da cui passò ai Carafa. § La parrocchiale di San Giacomo, con facciata barocca e portale in pietra lavorata, è affiancata da un campanile a quattro ordini e conserva opere del Settecento; del convento di Santa Maria dell'Incoronata (sec. XVI) restano ruderi. Nei dintorni è il Romitaggio di San Silvestro, eremo meta di pellegrinaggi. § All'agricoltura, con cereali, olive (produzione di olio) e uva (vino fiano di Avellino DOC), si affiancano la raccolta di castagne e l'apicoltura.