Questo sito contribuisce alla audience di

Sant'Agàpito

comune in provincia di Isernia (10 km), 547 m s.m., 15,81 km², 1332 ab. (santagapitesi), patrono: sant’ Agapito (18 agosto).

Centro delle propaggini settentrionali del Matese, situato su uno sperone boscoso alla sinistra del torrente Lorda, affluente del Volturno. Citato nel sec. XII come Sanctum Agapitum, feudo sino al sec. XV di un casato omonimo, appartenne in seguito a diversi feudatari, tra cui, ultimi, i Caracciolo.All'ingresso dell'abitato è il Palazzo Ducale, frutto della ristrutturazione secentesca del castello.§ L'agricoltura produce cereali, ortaggi, uva (pentro di Isernia DOC), olive (olio) e foraggi per l'allevamento bovino. È ancora viva la tradizione della lavorazione del tombolo. È zona di turismo escursionistico.

Media


Non sono presenti media correlati