Questo sito contribuisce alla audience di

Santa Caterina dello Iònio

comune in provincia di Catanzaro (63 km), 459 m s.m., 41,24 km², 2280 ab. (caterisani), patrono: santa Caterina d'Alessandria (25 novembre).

Centro del versante ionico delle Serre, situato su un poggio a NW del monte Rocca. Antico casale della Contea di Arena, nel 1503 fu concesso in feudo ai Galesta, ma un decennio più tardi fu rivendicato dai Conclubet; in seguito si avvicendarono diversi signori, tra cui i Marzano (che intorno al 1685 vi fecero costruire un castello, distrutto dal terremoto del 1783) e i Di Francia (dal 1759). § Nella chiesa madre, con facciata e campanile secenteschi, si conserva il pregevole altare di San Giuseppe, in marmi policromi (sec. XVIII), e un ostensorio del sec. XVII. Nella chiesa dell'Immacolata è una bella tela del Seicento (Madonna della Grazia). § Accanto alle tradizionali attività agricole (cereali, uva, olive e frutta), all'allevamento bovino, ovino e caprino (con produzione lattiero-casearia), alla pesca e all'artigianato (si confezionano ancora con vecchi telai a mano scialli e coperte) si è affermato il turismo, soprattutto nella frazione litoranea di Santa Caterina dello Ionio Marina, con discrete strutture ricettive. L'industria opera nel settore dell'arredamento (mobili da cucina).

Media


Non sono presenti media correlati