Questo sito contribuisce alla audience di

Schiller, Karl

economista e uomo politico tedesco (Breslavia 1911-Amburgo 1994). Docente universitario fino al 1961, membro del partito socialdemocratico dal 1946, fu ministro dell'economia nei gabinetti Kiesinger-Brandt (1966-69) e Brandt-Scheel (1969-72), meritandosi la fama di nuovo “mago” (dopo L. Erhard) dell'economia tedesco-occidentale, che con lui si riprese rapidamente dalla crisi del 1966. Nel 1972 però si dimise e ruppe anche con il partito accusandolo di tradire la scelta liberistica.

Media


Non sono presenti media correlati