Questo sito contribuisce alla audience di

Scorpióne

(latino scientifico Scorpius, abbreviazione Sco). Vasta costellazione zodiacale (simbolo §) compresa fra 16h e 18h di ascensione retta e fra -10º e -45º di declinazione, visibile molto bassa sull'orizzonte in giugno e in luglio: il Sole l'attraversa verso la fine di novembre. Di questa costellazione, che peraltro contiene numerose stelle luminose, le più brillanti sono Antares (α Sco), supergigante rossa posta al centro della costellazione stessa, Shaula (λ Sco), astro blu di lm,7 in prossimità dei confini sudorientali, ϑ Sco (2m,0), e Acrab (β Sco), 10º circa a nord-est di Antares; le più interessanti stelle sono però ν Sco, quadrupla, e ψ Sco, tripla, rispettivamente pochi gradi a nord e a est di Acrab, mentre pochi gradi a nord-ovest di Acrab si trova Sco X1, la prima e la più intensa sorgente di raggi X scoperta e identificata con una debole stella di 13m, grazie a un primo rilevamento effettuato nel 1962. Nel 1975 apparve evidente che la sorgente visibile è associata gravitazionalmente a un oggetto invisibile la cui interazione è responsabile dell'intenso flusso di radiazione X. La costellazione è attraversata dalla Via Lattea e contiene numerosi ammassi aperti (M6, M7) e globulari (M4, M62 e M80), tutti visibili con un buon binocolo.

Media


Non sono presenti media correlati