Questo sito contribuisce alla audience di

Serbellóni, Giàn Galeazzo

uomo politico (Milano 1744-1803). Sovrintendente della milizia urbana a Milano, dal 1776 aderì alle idee giacobine e fu il primo presidente della nuova municipalità dopo la calata di Bonaparte in Italia. Membro del Direttorio della Repubblica Cisalpina nel 1797, si dimise lo stesso anno per accettare l'incarico di ambasciatore a Parigi. Nel 1801 partecipò alla Consulta di Lione. In gioventù fece parte di una ristretta élite nobiliare che ispirò G. Parini nella creazione della figura del "giovin signore".

Media


Non sono presenti media correlati