Questo sito contribuisce alla audience di

Serimàn, Zaccarìa

scrittore italiano (Venezia 1708-1784). Di origine armena, si dedicò al giornalismo e al teatro; la sua commedia I satiri suscitò il plauso di G. Gozzi. Ma il nome di Seriman è legato al romanzo allegorico Viaggi di Enrico Wanton alle terre incognite australi ed ai regni delle scimmie e dei cinocefali (1749), in cui il modulo gulliveriano è ripreso nel quadro di un'ideologia illuministica, temperata da un saggio scetticismo. Molto efficace è, nel romanzo, la satira dell'ignoranza della società aristocratica e dell'ipocrisia e corruzione della Roma papale.

Media


Non sono presenti media correlati