Questo sito contribuisce alla audience di

Shepseskaf

faraone egiziano, ultimo della IV dinastia (intorno al 2500 a. C.), sposo di Khentkaus figlia di Micerino (dalla quale traeva probabilmente i diritti al trono) e padre di Userkaf e Sahura, primi due re della V. Del suo regno non si sa quasi nulla; a tale proposito la Pietra di Palermo (si tratta di un importante documento così denominato dalla città che lo ospita attualmente, ed è un pezzo di diorite dall'aspetto insignificante. Il testo, inciso sia sul fronte che sul retro del documento, consiste in un lungo elenco di re, di nomi delle loro madri, e di anno in anno del livello raggiunto dalla piena del Nilo) riporta solo feste e cerimonie. La sua tomba a Saqqâra, conosciuta come Mastaba el-Faraʽūn, era costruita nell'eccezionale forma di un grande sarcofago rettangolare con copertura a volta ribassata. Simile era la tomba della moglie. Si sa anche che egli completò il complesso di Micerino.

Media


Non sono presenti media correlati