Questo sito contribuisce alla audience di

Siciliani, Piètro

filosofo e pedagogista italiano (Galatina, Lecce, 1835-Firenze 1885). Laureatosi in medicina e filosofia, insegnò filosofia teoretica e pedagogia all'Università di Bologna. Si propose una revisione critica del positivismo mirante a fondare una nuova visione positivistica di marchio prettamente italiano. Nel campo della pedagogia affermò l'importanza della valorizzazione della persona umana: l'educando, attraverso un'azione combinata della famiglia e della società, deve essere condotto alla conquista della libertà e del carattere morale. Questo fine si deve raggiungere seguendo la legge dell'“autodidattica”, che, pur non escludendo l'opera dell'educatore, considera l'alunno maestro di se stesso. Siciliani nega alla Chiesa ogni diritto di insegnamento sostenendo che la sua dogmaticità è contraria alle esigenze psichiche naturali. Tra le opere: Sul rinnovamento della filosofia positiva in Italia (1871), La scienza dell'educazione nelle scuole italiane come antitesi alla pedagogia ortodossa (1879), Sull'insegnamento religioso ai bambini secondo i dettami della filosofia scientifica. Del metodo fröbeliano considerato scientificamente (1881), Rivoluzione e pedagogia (1882).

Media


Non sono presenti media correlati