Questo sito contribuisce alla audience di

Soga, Shōhaku

pittore giapponese del periodo Edo (1730-1781). Fu allievo di Takada Keiho (1673-1755), ma la sua ammirazione andava a pittori del periodo Muromachi e Momoyama. Perdute le sue opere nei templi di Sairai e Tennen, nella zona di Ise, rimangono invece alcune pitture del Keishō-ji e del Choden-ji, oltre a quelle della famiglia Nagashima. Lo stile di Soga è caratterizzato da pochi colori, alcune deformazioni alquanto eccentriche, contrasti di luce e ombra. Successivamente i suoi dipinti diventano più formali, ma non rinnegano mai uno stile piuttosto originale. Tra le sue opere più note ricordiamo i due pannelli che ritraggono gli eccentrici Zen Kanzan e Jottoku nel tempio Kōshō-ji; il paravento intitolato agli Immortali e il dipinto Nubi e Draghi (Boston, Museum of Fine Arts).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti