Questo sito contribuisce alla audience di

Soldani, Iàcopo

poeta satirico italiano (Firenze 1579-1641). Accademico e gentiluomo di corte, amico del principe Leopoldo de' Medici, utilizzò la sua esperienza letteraria e mondana nelle otto Satire, in cui denunciò con accenti vigorosi e incisivi i vizi del mondo cortigiano. Soldani riprende i motivi della satira sermoneggiante di tipo ariostesco, adottando un linguaggio composito, in bilico tra la raffinatezza cruscante e le concessioni agli idiotismi popolari. Notevole soprattutto la quarta satira, in cui Soldani difende con tono sdegnato e vibrante l'amico G. Galileo, polemizzando duramente contro il “peripatetico capestro”, senza tuttavia smarrire la sobrietà e la misura.

Media


Non sono presenti media correlati