Questo sito contribuisce alla audience di

Stavru, Tatiana

scrittrice greca (Costantinopoli 1899-Atene 1990). Si stabilì ad Atene nel 1924. La sua produzione letteraria riflette l'interesse per le sorti dell'ellenismo dell'Asia Minore e le scottanti esperienze del secondo conflitto mondiale e dell'occupazione straniera della Grecia, durante le quali ella stessa fu impegnata nell'assistenza sociale. Tra le sue opere più significative ricordiamo le raccolte di racconti Quelli che sono rimasti (1933), L'estate è trascorsa (1943) e L'altro volto dell'uomo (1958), e i romanzi Prime radici (1940) e Duello (1962). La Stavru è anche autrice di notevoli saggi su temi di critica e di estetica letteraria.

Media


Non sono presenti media correlati