Questo sito contribuisce alla audience di

Stead, Christina

scrittrice australiana (Rockdale, Nuovo Galles del Sud, 1902-Sydney 1983). Insegnante, poi assistente di psicologia all'Università di Sydney, viaggiò in Europa e in America, visse per qualche tempo a Parigi e in Inghilterra, poi tornò a vivere in Australia. La sua opera fonde la protesta sociale con l'analisi psicologica. Fu autrice di racconti pubblicati su giornali e riviste e di numerosi romanzi: The Salzburg tales (1934; I racconti di Salisburgo), The seven Poor Men of Sydney (1934; I sette poveracci di Sydney), The beauties and the furies (1936; Le bellezze e le furie), House of All Nations (1938; Casa di tutte le nazioni), The Man Who Loved Children, (1940; Sabba familiare); For Love Alone, (1944; Sola per amore); The People with the Dogs, 1952; Dark Places of the Heart, 1966; The Puzzleheaded Girl, 1967; The Little Hotel (1974; Il piccolo albergo).