Questo sito contribuisce alla audience di

Stepun, Fëdor Augustovič

pensatore russo (Mosca 1884-Monaco 1965). Si formò in Germania a Heidelberg dove compì gli studi filosofici, aderendo alle tesi del trascendentalismoneokantiano. Al suo ritorno in patria diede vita all'edizione russa della rivista internazionale Lógos, con lo scopo di ricondurre il pensiero sovietico nell'ambito della cultura internazionale. Esiliato nel 1922, si rifugiò in Germania dove ottenne una cattedra di storia della cultura russa a Monaco. Si occupò di problematiche etiche ed estetiche con un taglio esistenzialistico e religioso che riecheggia le tematiche di M. Bulgakov: Tragedia della coscienza mistica (1910), Vita e creazione (1911), Pensieri sulla Russia (1924-25), Il passato e l'imperituro (1947-50), Dostoevskij (1950).