Questo sito contribuisce alla audience di

Tèrra, La-

(Zemlja). Film ucraino-sovietico (1930) di A. Dovženko. Cinepoema più volte giudicato uno dei più bei film del mondo, fu accolto dalla critica ufficiale sovietica non senza sospetti ideologici, accusato di falsare la lotta nelle campagne. La vicenda, basata sulla prima collettivizzazione agraria, sull'entusiasmo vitale, la morte e le esequie di un giovane ucciso dai kulaki è solo lo spunto per cantare la bellezza del socialismo, dopo che altri classici del cinema sovietico ne avevano esaltato la necessità e la giustizia (B. Amengual). L'uomo e la natura, la vita e la morte, l'amore e l'odio, l'egoismo e il progresso, la lotta di classe e l'equilibrio del cosmo, tutto rientra nell'armonia musicale e nella tensione immaginifica di un'opera che salda gli opposti in una nitida e stupefacente unità.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti