Questo sito contribuisce alla audience di

Tedésco, Francésco

uomo politico italiano (Andretta 1853-Roma 1921). Deputato dal 1900 al 1921, fu ministro dei Lavori Pubblici nei gabinetti Giolitti (1903-05), nell'effimero ministero Tittoni del 1905 (durato quindici giorni) e nel 2º ministero Fortis (dicembre 1905-febbraio 1906). Fu tra gli artefici del passaggio delle ferrovie italiane dalla gestione privata a quella statale. Con L. Luzzatti (1910-11) e ancora con Giolitti (1911-14) fu ministro del Tesoro e dopo la guerra ministro delle Finanze nei gabinetti Nitti (1919-20) e nell'ultimo ministero Giolitti (1920-21). A lui si devono i provvedimenti che introdussero la nominatività dei titoli e l'imposta sui profitti di guerra.

Media


Non sono presenti media correlati