Questo sito contribuisce alla audience di

Titta Ròsa, Giovanni

pubblicista, narratore e poeta italiano (Santa Maria del Ponte, L'Aquila, 1891-Milano 1972). Il suo esordio di poeta è del 1913 (Le pause), a cui seguirono Il plaustro istoriato (1919), Le feste delle stagioni (1928), Alta luna (1935) fino a La voce solitaria(1965), ispirata a un impressionismo idillico che si ritrova anche nella sua produzione narrativa (Il varco nel muro, 1931; Sole di Lombardia, 1939; Niobe e il pittore, 1953). Pregevole la sua opera di saggista e di critico: Aria di casa Manzoni (1946); Il nostro Manzoni (1959). Intensissima infine la sua attività di pubblicista.

Media


Non sono presenti media correlati