Questo sito contribuisce alla audience di

Tom Jones, o la stòria di un trovatèllo

(Tom Jones; or the History of a Foundling). Romanzo dello scrittore inglese H. Fielding, pubblicato nel 1749. Ispirato alla morale, cara al suo autore, che la “naturale bontà del cuore” basta a riscattare ogni difetto, il romanzo – uno dei capolavori del Settecento inglese – è diviso in diciotto libri, ciascuno introdotto da un saggio su argomenti vari, e costruito su uno degli intrecci più complicati, e secondo il Coleridge più perfetti, della letteratura di ogni tempo. Allevato dal virtuoso Mr. Allworthy, il trovatello Tom Jones si aliena, a causa della sua natura ardente e impulsiva, ma soprattutto per le calunnie dell'ipocrita Blifil, nipote di Allworthy, le simpatie del suo benefattore, che lo caccia di casa. Costretto a una vita vagabonda e a una serie di intricatissime peripezie cui partecipa una miriade di personaggi (per cui il libro diventa un vastissimo e vivace affresco di vita contemporanea), Tom raggiunge Londra, dove, dopo ulteriori vicissitudini, la vicenda si conclude felicemente con la riappacificazione con Allworthy, che lo scopre figlio della sorella morta, la giusta punizione di Blifil e il matrimonio con Sofia, la sua innamorata.

Media


Non sono presenti media correlati