Questo sito contribuisce alla audience di

Tommasini, Vincènzo

compositore italiano (Roma 1878-1950). Studiò al Conservatorio di Roma quindi si perfezionò in composizione con M. Bruch a Berlino. Si affermò con il balletto Le donne di buon umore (Roma, 1917) su musiche di D. Scarlatti. Scrisse opere (Medea, 1906; Uguale fortuna, 1913; Il tenore sconfitto, 1950), balletti (Le diable s'amuse, 1936, su musiche di N. Paganini; Tiepolesco, 1945), concerti per strumento solista e orchestra, musica da camera. Nella sua produzione, vicina al neoclassicismo ma con tratti impressionistici, caratteristico è l'abile uso dei timbri. Fu anche critico e pubblicò saggi storici e teorici, sostenendo in campo estetico il formalismo di E. Hanslick (Saggio di estetica sperimentale, 1942).

Media


Non sono presenti media correlati