Questo sito contribuisce alla audience di

Trappéto

comune in provincia di Palermo (40 km), 25 m s.m., 4,18 km², 2770 ab. (trappetesi), patrono: Maria Santissima Annunziata (25 marzo).

Centro situato sul golfo di Castellammare. L'abitato, dalla struttura a scacchiera, si estende sul declivio compreso tra la ferrovia e la costa.La medievale Trappetum Cannamelarum fu feudo di Pietro Miceli che, per popolarla, concesse a famiglie contadine le terre per la coltivazione di vigneti. Fu frazione di Balestrate fino al 1954, quando divenne comune autonomo. L'abitato è abbellito da numerosi murales sui temi della pesca. § L'agricoltura produce agrumi, olive, uva da vino, cereali; si pratica l'allevamento ovino e caprino. Rilevante anche il ruolo della pesca e del turismo balneare.

Media


Non sono presenti media correlati