Questo sito contribuisce alla audience di

Tvardovskij, Aleksandr Trifonovič

poeta russo (Zagor'e, Smolensk, 1910-presso Krasnaja Pachra, Mosca, 1971). Dal 1958 al 1970 fu redattore capo della rivista Novyj mir(Nuovo mondo) fondata da L. Trotzkij e contribuì in maniera decisiva a far conoscere le tendenze innovatrici della letteratura sovietica. Esordì con la raccolta di versi La strada verso il socialismo (1930) e divenne famoso con Il paese di Muravija (1936), sogno di un contadino in cerca di un mitico paese della cuccagna. Il successo di Tvardovskij fu consolidato dai poemi Vasilij Tërkin (1941-45) e Tërkin nell'altro mondo (1963), scritti in uno stile ricco di apporti popolareschi, che descrivono le avventure di un uomo qualunque. Da ricordare anche i due poemi La casa sulla strada (1946) e Dietro la lontananza il lontano (1960 e 1970), in cui all'evocazione lirica del paesaggio Tvardovskij alterna la meditazione sulla propria vita e sul destino del popolo russo. Testimonianza del profondo lirismo di Tvardovskij è la sua ultima raccolta di versi, Il libro della lirica (1967).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti