Questo sito contribuisce alla audience di

Vaccaro, Lorènzo

scultore italiano (Napoli ca. 1655-Torre del Greco 1706). Attivo a Napoli come pittore, architetto ma soprattutto come scultore, collaborò con C. Fanzago alla decorazione della Certosa di S. Martino. Maggiore e più originale nel quadro del tardo baroccomeridionale fu la personalità del figlio Domenico Antonio (Napoli 1681-1750), che si dedicò principalmente all'architettura, in cui si caratterizza per l'estro inventivo e per un accentuato decorativismo, ottenuto anche mediante un uso sapiente della luce, che diventa il principale mezzo espressivo (a Napoli: chiesa della Concezione di Montecalvario, ca. 1720; chiostro maiolicato di S. Chiara, 1724; ad Anacapri: chiese di S. Sofia e S. Michele). La ricerca di effetti luministici e un robusto modellato costituiscono i caratteri peculiari delle sue sculture (Solitudine e Penitenza, Napoli, Certosa di S. Martino).

Media


Non sono presenti media correlati