Questo sito contribuisce alla audience di

Veidt, Conrad

attore cinematografico tedesco (Berlino 1893-Hollywood 1943). Formato in teatro da M. Reinhardt, divenne, con la sua mimica stilizzata e il suo “bellissimo teschio”, uno dei massimi interpreti del cinema espressionista, dal Gabinetto del dottor Caligari (1919) al Gabinetto delle figure di cera (1924). Particolarmente destinato a personaggi “sdoppiati” e maledetti (Der Januskopf, 1920; Le mani di Orlac, 1925; Lo studente di Praga, 1926; L'uomo che ride, 1928, di P. Leni a Hollywood), apparve anche in film più realistici come Nju (1924), Enrico IV (1926) di A. Palermi da L. Pirandello, Fortunale sulla scogliera (1930), e si dimostrò un brillante Metternich nel film-operetta Il Congresso si diverte (1931). Emigrato all'avvento del nazismo, lavorò in Gran Bretagna, in Francia (Scacco alla regina, 1938) e negli USA, dove riprese anche l'attività teatrale; ironicamente si congedò dallo schermo con un ruolo di nazista in Casablanca (1943).

Media


Non sono presenti media correlati