Questo sito contribuisce alla audience di

Verànzio, Fàusto

scienziato e letterato italiano (Sebenico 1551-Venezia 1617). Coltivò numerosi interessi, dalla teologia alla filosofia, dalla politica alla linguistica e alla meccanica. Scrisse un libro sulle macchine dell'epoca e su altre da lui disegnate (Machinae novae, 1595) nel quale è descritto un rudimentale paracadute, più pratico di quello progettato da Leonardo da Vinci. Fu anche autore del Dictionarium quinque nobilissimarum Europae linguarum: Latinae, Italicae, Germanicae, Dalmaticae et Ungaricae, opera per i suoi tempi d'avanguardia.

Media


Non sono presenti media correlati