Questo sito contribuisce alla audience di

Volpicèlli, Luigi

pedagogista italiano (Siena 1900-Roma 1983). Laureatosi in giurisprudenza nel 1921 e in lettere con G. Gentile nel 1927, pubblicò l'anno dopo i primi scritti di critica letteraria. La vocazione pedagogica prevalse ben presto sugli interessi letterari per concretarsi in opere teoriche e in iniziative educative. Ordinario di pedagogia dal 1939 presso l'Università di Roma, lasciò l'insegnamento, in qualità di direttore dell'Istituto di pedagogia, nel 1970. Dalla formazione gentiliana conseguì una vivace operosità di ricerca di documenti d'archivio e di testi letterari. Contribuì a diffondere in Italia la teoria di alcuni grandi pedagogisti stranieri, fra i quali S. Hessen, e i sistemi scolastici di altri Paesi. Fondò (1955) e diresse la rivista I problemi della pedagogia. Tra le sue opere: Il fanciullo segreto (1948), Teoria della scuola moderna (1951), La scuola fra Stato e Chiesa (1961), L'educazione contemporanea (3 volumi, 1966), Pedagogia d'urto (1969), Pedagogia sottovoce (1977).

Media


Non sono presenti media correlati