Questo sito contribuisce alla audience di

Zìpoli, Doménico

compositore e organista italiano (Prato 1688-Córdoba, Argentina, 1726). Allievo di G. M. Casini, studiò per un breve periodo con A. Scarlatti a Napoli, quindi con padre Vannucci a Bologna e B. Pasquini a Roma. Entrato nel 1716 nella Compagnia di Gesù, si recò in missione a Córdoba in Argentina, dove continuò l'attività di organista e compositore. Zipoli occupa un posto di rilievo nel Settecento strumentale italiano per le Sonate d'intavolatura per organo e cimbalo (1716), più volte ripubblicate e riapparse, con singolare fortuna, in innumerevoli antologie fino ai nostri giorni. La sua produzione, in gran parte perduta, comprende oratori, messe, cantate. Lo stile di Zipoli ricorda quello di G. Frescobaldi, temperato dall'influsso di Pasquini; ma il discorso è originale ed estroso, ricchissimo di idee incanalate in un magistrale senso della forma.

Media


Non sono presenti media correlati