Questo sito contribuisce alla audience di

Zlobec, Ciril

poeta e scrittore sloveno (Ponikve, 1925). Esordì nella raccolta di versi Poesie dei quattro (1953), insieme ad altri tre autori, che si distaccarono dal realismo sociale, aprendo alla poesia slovena nuove possibilità d'espressione. La rassegnazione e il vitalismo costituiscono due aspetti contrastanti del suo mondo poetico. Le sue raccolte principali sono: L'infanzia sfuggita (1957), L'oasi di noi due (1964), Canti di odio e d'amore (1968), Due soli scottanti (1973), Ritorni sul Carso (1974), Il Carso (1976). Notevole anche il suo romanzo Il santo, mio fratello (1970). Da segnalare il volume I giorni della Slovenia, pubblicato nel 1991, storia dei giorni immediatamente successivi alla dichiarazione di indipendenza e corredato anche da una documentazione fotografica. Zlobec è stato anche membro della presidenza collegiale del suo Paese dopo l'indipendenza.

Media


Non sono presenti media correlati