Questo sito contribuisce alla audience di

Zucchero (musica)

nome d'arte di Adelmo Fornaciari, cantautore italiano (Roncocesi, Reggio Emilia 1955). Soprannominato Zucchero da uno dei suoi professori di liceo, muove i suoi primi passi nel mondo musicale agli inizi degli anni Ottanta. Nel 1981 vince il Festival di Castrocaro e partecipa al Festival di Sanremo. Due anni più tardi fa il suo esordio discografico con l'album Un Po’ Di Zucchero e, nel 1985, reduce da un soggiorno in California che imprime una svolta decisiva alla sua carriera, realizza Zucchero & The Randy Jackson Band. Dopo aver partecipato ancora una volta al Festival di Sanremo (con la canzone Donne), pubblica Rispetto (1986). Il disco, a tutt'oggi una delle migliori prove dell'artista, rappresenta il suo primo grande successo e permette di individuare i tratti salienti del suo stile: una musica oscillante fra blues e rock, ben arrangiata e ispirata, in particolare, a Joe Cocker. Il successivo Blue’s (1987) segna la definitiva consacrazione del cantante. Zucchero viene lanciato anche sulla scena internazionale e l'operazione, un tempo considerata proibitiva per gli artisti italiani, si traduce in un ulteriore successo: nel 1990 suona insieme a Eric Clapton in un tour che attraversa l'Europa e si esibisce anche al Cremlino. Negli anni Novanta è invitato ad una serie di eventi di grande rilievo, tra cui il Pavarotti International (1992) e il Festival jazz di Montreux (1997). Nel contempo, la produzione discografica si arricchisce di nuovi capitoli quali, Spirito DiVino (1995), Bluesugar (1998), Shake (2001), Zu&Co (2004), e Fly (2006), lavori che hanno consolidato la sua statura di artista di livello internazionale, insieme a Chocabeck (2010).

Media


Non sono presenti media correlati