Questo sito contribuisce alla audience di

aiutante

sm. [sec. XIII; ppr. di aiutare].

1) Chi, in posizione subordinata, aiuta qualcuno in un lavoro o in un ufficio.

2) Grado o incarico militare: A) Aiutante di Battaglia, massimo grado (istituito nel 1916) della categoria sottufficiali (immediatamente superiore a quello di Maresciallo Maggiore) che viene attribuito soltanto per merito di guerra. B) Ufficiale addetto a Generali e Ammiragli di Divisione o di grado superiore: Aiutante di campo, nell'Esercito; Aiutante di bandiera, nella Marina; Aiutante di volo, nell'Aeronautica. C) Aiutante Maggiore in I e Aiutante Maggiore in II, ufficiali responsabili del funzionamento dell'ufficio maggiorità e di taluni servizi nei comandi, rispettivamente, di reggimento e battaglione (o unità corrispondenti). D) Aiutante di sanità, graduato o soldato incaricato di coadiuvare l'ufficiale medico.

3) Nella Curia Romana: aiutante di camera o cubiculario, persona addetta al servizio del pontefice nel suo appartamento privato; aiutante di studio, impiegato cui compete la redazione delle minute per gli affari correnti, del foglio d'ufficio per le questioni da trattare nella congregazione plenaria dei cardinali e l'esecuzione delle risoluzioni ivi prese. Inoltre l'aiutante di studio redige i rescritti di grazia e, nei congressi settimanali presieduti dal cardinale di una determinata congregazione, illustra le materie di propria competenza. Il suo grado è il più elevato degli ufficiali minori.

Media


Non sono presenti media correlati