Questo sito contribuisce alla audience di

allìlico

agg. (pl. m. -ci) [da allile]. Che contiene o è in rapporto con il radicale allile CH₂=CH–CH₂–. § Ossidazione allilica, nella molecola dei composti organici che presentano un doppio legame, gli atomi di carbonio adiacenti a quelli che portano il doppio legame vengono in genere facilmente attaccati da agenti ossidanti diversi. L'ossidazione di queste posizioni della molecola, paragonabili al gruppo –CH₂– del radicale allilico, prende appunto il nome di ossidazione allilica. L'ossidazione allilica riveste importanza tecnica tra l'altro nei processi di irrancidimento degli oli vegetali, nei quali essa porta all'attacco delle posizioni alliliche degli acidi grassi a doppio legame. § Trasposizione allilica, nella chimica organica, importante reazione dei composti allilici e in particolare degli alcoli allilici che vengono trasformati nei loro isomeri secondo lo schema § Composti allilici, composti chimici nella cui molecola è presente il radicale allile, per esempio il cloruro di allile

l'alcol allilico CH₂=CH–CH₂OH, ecc. Il cloruro si ottiene per reazione del propilene con cloro a una temperatura di 400-500 ºC, si presenta come un liquido incolore (punto di ebollizione 45 ºC) e viene usato quale composto di partenza per la preparazione degli altri composti allilici. L'alcol allilico si prepara dal cloruro di allile per reazione con acqua sotto pressione a 150 ºC. È un liquido incolore dal tipico odore penetrante, punto di ebollizione 97 ºC, e trova impiego quale intermedio nella preparazione di materie plastiche sintetiche, di prodotti farmaceutici e di profumi.

Media


Non sono presenti media correlati