Questo sito contribuisce alla audience di

beluga

sm. [dal russo belucha, beluga]. Cetaceo odontocete (Delphinapterus leucas) della famiglia dei Monodontidi, affine al narvalo e detto pure delfinattero e balena bianca. Lungo fino a oltre 5 m, ha testa piccola, tondeggiante, muso molto corto e fronte elevata ed è privo di pinna dorsale. La colorazione è bianco-latte o giallastra negli adulti, mentre nei giovani è dapprima grigio scuro e poi maculata: diffuso nelle acque polari boreali, frequenta soprattutto i tratti di mare costieri, poco profondi, in gruppi di 30, occasionalmente in branchi molto numerosi (in casi eccezionali sino a centinaia e anche migliaia di individui). Il beluga compie regolari migrazioni alla ricerca di cibo e nella stagione riproduttiva: risale spesso anche il corso dei grandi fiumi del Nord a caccia di salmoni. Il suo cibo è costituito da pesci di grossa mole, soprattutto merluzzi. La gestazione in questa specie dura 14 mesi; viene cacciato per il grasso e per le carni, consumate direttamente o trasformate in mangime per gli allevamenti dei visoni.

Media

Beluga.