Questo sito contribuisce alla audience di

cistoscòpio

sm. [cisto-+-scopio]. Strumento utilizzato per l'esplorazione visiva della vescica. È costituito da un catetere metallico munito di lampadina a un'estremità e di un sistema ottico per l'osservazione diretta a mezzo di un oculare, situato all'estremità esterna. L'introduzione dei recenti cistoscopi flessibili ha sostituito l'uso degli iniziali strumenti rigidi, ovviando nella maggior parte dei casi anche alla prima indispensabile anestesia locale. Ancora più recente è l'utilizzazione della microcistoscopia, nella quale lo strumento è corredato di opportune lenti di ingrandimento capaci di mettere in evidenza piccole lesioni della mucosa vescicale non rilevabili con il comune esame cistoscopico.

Media


Non sono presenti media correlati