Questo sito contribuisce alla audience di

consonantizzazióne

sf. [sec. XX; da consonante]. Cambiamento di un suono vocalico in uno semivocalico o consonantico. Per esempio, nel latino volgare le vocali e, i tra consonante e vocale diventano i, e nelle stesse condizioni u passa a u: vinea diventa vinia, da cui l'italiano vigna; battuo diventa battuo da cui l'italiano batto; e con spostamento d'accento sulla vocale seguente filiolus diventa filiolus da cui l'italiano figliolo; faseolus→fasiolus, da cui l'italiano fagiolo.

Media


Non sono presenti media correlati