Questo sito contribuisce alla audience di

esplosióne

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XVIII; dal latino explosío-ōnis, il cacciar via, disapprovazione rumorosa]

1) Atto ed effetto dell'esplodere; in particolare, rapidissima decomposizione esotermica di una sostanza, accompagnata da un notevole sviluppo di gas, che determina un forte aumento di pressione: la scintilla causò l'esplosione della polveriera;esplosione nucleare. Fig., lo sprigionarsi di un sentimento, di una passione improvvisa: ebbe un'esplosione di sdegno.

2) In geologia, esplosione vulcanica, violenta espulsione di gas da un vulcano, eventualmente accompagnata da emissione di prodotti solidi e liquidi in quantità variabile.

Chimica

I parametri principali di un'esplosione sono la velocità di propaggine, la temperatura di esplosione, la pressione specifica e il calore di esplosione: la temperatura di esplosione è la temperatura raggiunta dai gas originatisi dall'esplosione; il calore di esplosione è l'energia termica prodotta da un peso unitario di esplosivo, ottenuta per differenza tra i calori di formazione dei componenti e quelli dei prodotti gassosi risultanti dall'esplosione. Secondo la velocità con cui si propaga, un'esplosione si manifesta sotto forma di detonazione o di deflagrazione; la prima è molto rapida e violenta e ha effetti dirompenti: la reazione si propaga nella sostanza esplosiva per strati successivi (onda d'urto) "Per la pressione dell'onda d'urto nell'aria e nell'acqua vedi grafici al lemma dell'8° volume." "Vedi schemi vol. IX, pag. 169" prima che i gas iniziali abbiano il tempo di espandersi. La deflagrazione, invece, è una reazione lenta e progressiva e ha effetti propellenti: la decomposizione della sostanza si trasmette da strato a strato per accensione e rapida combustione, con graduale sviluppo dei gas. Il tipo di reazione esplosiva dipende, oltre che dalla sostanza impiegata, anche dalle condizioni in cui si opera; hanno soprattutto influenza la temperatura e la pressione ambiente, il rapporto tra il peso dell'esplosivo e il volume del recipiente che lo contiene, nonché la corazzatura di questo e le modalità d'intasamento dell'esplosivo. Al variare di queste condizioni una sostanza che normalmente deflagra può decomporsi con una reazione di tipo detonante.